Premio Italo Agnelli 2019 - Presentiamo le eccellenze

La serata del Premio Italo Agnelli è andato in scena la sera del 10 Marzo presso l'ex Convento Annunciata, in un clima di prestigioso interesse che ha visto una numerosissima partecipazione.
Organizzata da Confcommercio Abbiategrasso, con Brunella Agnelli (Segretario), la sorella Silvia e il fratello Manuel (il famoso frontman degli Afterhours), e presentata dal giornalista Ivan Donati. Alla kermesse ovviamente ha presenziato anche la Presidente di Confcommercio Abbiategrasso Tiziana Losa, e il Sindaco Cesare Nai.
La serata si è svolta presentando e intervistando uno per uno i personaggi che si sono distinti per le loro qualità, buone prassi e impegni positivi, scelti per essere premiati conferendo riconoscimenti. In alternanza alle interviste e premiazioni, si è potuto assistere ad intervalli musicali con il rapper Ghemon, reduce del successo di Sanremo, insieme ovviamente a Manuel.

I riconoscimenti conferiti sul palco sono stati consegnati a:

Elena Viezzoli, grande imprenditrice, oggi ha una sua società di consulenza aziendale nel settore della tecnologia, business coach e impegnata con la Cherie Blair Foundation for Women, la fondazione, appunto, di Cherie Blair (ex first lady inglese), per dar voce alle donne che vivono nei Paesi più poveri, sostenendole in modo che pssano avere una propria attività.

Sara Manisera, una giornalista freelance di 29 anni, laureata in Scienze Politiche con una tesi sul caporalato e lo sfruttamento dei migranti in agricoltura in Calabria. Ha un master in Relazioni del mondo arabo e del Mediterraneo a Beirut, dove ha vissuto dal 2014 al 2017. Ha realizzato reportage per testate nazionali e internazionali sulla lotta delle madri tunisine in cerca dei figli dispersi in mare, sull'offensiva di Mosul e di Raqqa e sulle donne, mogli dei combattenti dello Stato Islamico. Si occupa di donne, conflitti e società civile in medio oriente, lavorando principalmente in Libano, Siria, Iraq e Tunisia.

Enzo Muscia, di Saronno, ha acquistato e salvato l’azienda che aveva licenziato lui e tantissimi suoi colleghi, riassumendoli. Tra tante fatiche nel presentare un businness plan alle banche per poter avere l'azienda, è riuscito lo stesso a non perdersi d'animo riuscendo a tenere anche rapporti con i clienti, ed ha compiuto quel passo che può valere una vita, e non solo la propria. Enzo, per questa cosa, è stato nominato Cavaliere della Repubblica Italiana dal Presidente Sergio Mattarella. Inoltre tale coraggio, descritto anche nel libro pubblicato, dal titolo "Come ho fatto rinascere l’azienda che mi aveva licenziato e ho assunto i miei colleghi", ha attirato l'attenzione di Beppe Fiorello per proporgli una fiction sulla sua storia.

Alessandro Invernizzi,Imprenditore e comunicatore, nel 1996 con il padre acquisisce Lurisia, l'azienda piemontese di imbottigliamento di acqua minerale di cui diventa Amministratore Delegato nel 2004. Nel 2009 gli viene diagnosticata una leucemia, e viene ricoverato per diversi mesi in camera sterile. Qui scopre il piacere di scrivere e inizia a tenere un blog, www.18mq.it.
Nel 2016 gli viene diagnosticato il ritorno della malattia ed è costretto a un altro mese in camera sterile. Si è chiesto come sarebbe il mondo se fossimo tutti davvero più felici. Non si è fermato solo alla domanda, ma ha deciso di rispondersi fondando i Feliciani, gli "estremisti della felicità".

Maria Chiara Pastore, docente del Politecnico di Milano, e Daniele Del Ben, sindaco di Rosate, con il progetto “ForestaMI” che mira ad un incremento del verde in tutta l’area metropolitana, avendo come obbiettivo la piantumazione di tre milioni di alberi nuovi. Un modo per contrastare l'inquinamento e il pericoloso riscaldamento globale e di riqualificare il territorio, dal punto di vista del verde e dei parchi.

Alessandro Candian, campione di Brazilian JuJitsu. Alessandro ha iniziato a studiare le arti marziali da bambino, stufo di essere vittima di bullismo, scegliendo poi Abbiategrasso come città in cui far sorgere la sua scuola, il Life Combat Accademy. Il suo intervento si conclude con una dimostrazione pratica delle arti marziali.

Il Premio Italo Agnelli viene conferito, invece, al Progetto di Alternanza Scuola-Lavoro con gli studenti degli Istituti Bachelet e Lombardini di Abbiategrasso, in collaborazione con Confcommercio Abbiategrasso. Progetto che anche noi di AbbiategrassOnline abbiamo seguito e che ha impegnato ragazzi, docenti e professori, al lancio di proposte e iniziative per Abbiategrasso, dopo aver studiato e analizzato le risposte ai questionari rivolti a commercianti e consumatori del territorio.

***
Una bella serata passata in compagnia delle eccellenze di Abbiategrasso, e non solo. Eccellenze che ci fanno sentir fieri di essere parte di questo paese, di aver presenziato ad ascoltare queste persone che raccontando il loro impegno, cambiando totalmente, almeno per una sera, la visione del mondo e del paese in cui viviamo oggi.......
Che ciò si espanda!
Grazie.

Valuta: 
2
Average: 2 (1 vote)